Progetti Finanziati con il POR FESR
2014-2020
Regione veneto
Vai a dettagli

Basta un poco di luppolo… An spoonful of hops…

Nonostante la mole di lavoro che li sta investendo negli ultimi tempi, il team di LuckyBrews cerca di ritagliarsi dei momenti di convivialità e gioia brassicola. Tradotto: ci siamo rimessi ad armeggiare sul nostro impiantino pilota per sfogarci un po’ con del sano homebrewing. Altri fanno palestra o si regalano un giro alle terme. Noi si smadonna dietro il mulino per i malti e gli sparging  molesti.

Lo stimolo era comunque notevole. Qualche chiletto di Cascade e Phoenix autoprodotto dovevano essere impiegati in qualche modo. Data l’instabilità del primo raccolto e l’impossibilità di utilizzo per cotte di dimensioni superiori, la scelta è stata quella di darsi alla sperimentazione.

homebrewingL’Ammiraglio si è dato dunque da fare per creare delle Single Hop che impiegassero le nostre produzioni a km 0. Per la prima cotta si è anche deciso di “splittare” il mosto in due diversi fermentatori per impiegare due tipologie di lievito diverse.

Questa è la scheda di produzione con qualche riflessione finale.

Batch #1  Cascadian Single Hop

Stile: American Pale Ale

Malti: Pils, Crystal

Luppolo: Cascade autoprodotto. 5 gittate più dry hop

Lievito: Us-04 e Us-05

ABV. 7,3%

IBU: 80

EBC: 23

Durante la fermentazione entrambi i fermentatori sprigionavano fortissimi profumi di mango/arancia/frutto della passione che si sono evoluti in un secondo momento in limone/mandarino. Per via della grande quantità di zuccheri ancora da fermentare, in bocca era paragonabile a un succo tropicale, ma con un amaricatura assolutamente decisa.

A fine fermentazione la maggior parte dei profumi si era attenuata verso un leggero agrumato e fruttato soprattutto per quanto riguarda il fermentatore con Us-05.

Purtroppo -come si sa- il dryhopping è un’arma a doppio taglio. Ancor più in questo caso specifico di impiego di luppoli non controllati e non sterilizzati. Entrambi i tini hanno infatti sviluppato delle leggere infezioni lattiche che hanno modificato il bouquet agrumato, virandolo verso odori a dire il vero non troppo sgradevoli, ma sicuramente non benvoluti.

Valutazione: mediocre. Per il prossimo raccolto dovremo sicuramente apprendere di più sullo stoccaggio e il trattamento dei luppoli per poter passare ad un impiego controllato e soddisfacente anche in fasi che non prevedono la bollitura e quindi la sterilizzazione durante il procedimento.

…continua

Leave a Comment

0